è presto dire della vita, fossi
libero da questi esempi di strada
che mi percorrono in frangenti e spigoli

della luce ho solo una varietà
di particelle sottosopra
e funi di sole col solo senso del dopo

e di questa pulsione
un’incessante messaggio
incontro agli alberi
senza più memoria di rami :

ma fui preso dal coraggio
intorno ai vent’anni,
sradicato dalle stabili gambe di terra
e dai genitori sulla porta

dove i brividi, sconfitti dalla pioggia,
misuravano la fame del tempo
e i seni di madre
furono gioia e disfatta alla finestra.

Ora stringo un’ombra
all’angolo oltre il giardino,
col verso dell’edera a settembre
come salice di mani,
mentre provo l’aldilà di un semplice arrivederci.

Pioggia e nient’altro sui muri,
qualche piega a comparsa di figlio
a congiungersi addosso :

su queste scale,
dal rovescio grigio e bugiardo,
che si sentono parte
e ne assaggiano l’amaro.

 

Annunci