dove tempesta non fu acqua

eri lontana come la strada
quel giorno, silenzio per dirsi addio,
mani per un forse d’arrivederci

fu il tuo corpo a muovermi incognite,
come lunghezza in distacco
aveva deciso per un altro volo :

della notte solo il magico intromettersi
di vicoli e lampioni affinò parole
e col volto leggero all’ultimo bacio
morì con la mia strada

ora del tuo giovane amore
non scorgo più tracce,
nemmeno un suono
che mi renda la voce degli occhi

ora la quiete del tempo
cade stancamente sul tuo nome
e sembra un sorriso

ma il verso di quegli anni
percorre ancora il mare : in leggerezza
e vele riesce dove tempesta
non fu acqua

 

Annunci

9 pensieri su “dove tempesta non fu acqua

    1. già uno di quegli amori che lasciano il segno : come a dire è stato meglio lasciarci che non esserci ami incontrati (parafrasando De Andrè). Un amore, alla soglia dell’età cosiddetta matura (vent’anni o giù di lì), che ancora riverbera il suo sogno e non conosce tempo. Ma come dici tu non è nostalgia né malinconia : sono parole che in qualche modo vogliono “ringraziare” quell’esperienza. E grazie a te per essere passato, 🙂

      Liked by 1 persona

    1. grazie Isabella…per quanto mi riguarda musica e versi sono un connubio imprescindibile per dare “verso” alle parole, come vedi ogni mio scritto è sempre accompagnato da un brano. Le note si mischiano e accavallano piacevolmente con i pensieri in una ridondanza che completa e affascina. E’ un coinvolgimento che non so spiegarti, mi avvolge e mi avvia in quel cammino d’emozione che magari è solo mio, ma provo a convogliarlo al lettore. Leggere ascoltando musica possiede qualcosa che va al di là della semplice lettura : è una sorta d’alchimia di visioni e percezioni. Ciao e grazie della tua presenza.

      Liked by 1 persona

      1. Caro Rosario anche per me è la stessa cosa. Se ti vuoi fare un giro tra i miei scritti. noterai che quasi sempre le mie poesie sono accompagnate da buona musica . Cerco sempre un brano che si avvicini a ciò che scrivo. E’ un modo per completare il tutto. E’ anche un modo piacevole per concludere il post, non trovi? Buon pomeriggio e grazie. Isabella

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...