la consuetudine del volto tra i comodini

-nel fumo del sogno
esiste una cartina di sguardi
che non vola, accetta qualche carezza
e distrattamente si posa-

anche stanotte la finestra diffonde
il suo mestiere di buio,
col suo carico di lontananza
offre pensieri sottocosto :

la consuetudine del volto tra i comodini

foto le ossa non dormono
incorniciate nel sughero del pianto
sono sempre lì, ferme a controllare
che il ricordo non sia solo un gesto

le osservo in quei lineamenti
che il tempo assume
come fossero abitudini
rigate dal bacio di ogni buonanotte

 

Annunci

8 pensieri su “la consuetudine del volto tra i comodini

    1. ci provo Massimo, sui comodini di foto permane la vita del passato, di attimi che sono stati ma che in qualche modo si riverberano attraverso il gesto amorevole degli occhi. Ciao e grazie

      Liked by 1 persona

  1. solitudine, amarezza e nostalgia fra impronte di vita che si dispongono fra righe di poesia come foglie stracciate da un temporale di sguardi.
    Sempre molto bello il tuo poetare.

    Mi piace

    1. il ricordo è l’immagine che trapela dai volti delle foto : ferme lì a riavvolgere il tempo, ci fanno compagnia. Ciao

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...