Walter aspetta i giornali

Walter ha le mani di birra
insegue la strada
con le tasche usate di scontrini
non ha rumori per il giorno
solo un cane triste
e vicoli nelle ombre d’inchiostro

la sua è una strada di parole spente,
come la notte di un’altra luce
aspetta l’uomo dei giornali

non sa volare Walter
-tanto sono solo quattro scalini
prima della porta scorrevole-
e parla della sua alba
che a volte non si apre
come la porta della Coop

Walter è un pensiero sparso
dentro il caffè di Sabrina
un angolo buffo che di bancone in bancone
tende un sorriso
alla maniera di un inchino

ogni giorno prima di leggere
i nomi sulla locandina
un’altra boccata di nero
accetta i contorni degli occhi
e in quel mare di denti gialli
racconta di un’altra avventura

è felice Walter quando chiede una sigaretta

Annunci

28 pensieri su “Walter aspetta i giornali

      1. Grazie Sarino, diamoci del tu e siccome saremo amici, non risparmiamoci le critiche costruttive, se ci fosse l’occasione. Sono da poco nel mondo wordpress ma leggo sempre e solo complimenti reciproci. Si scherza eh!

        Mi piace

        1. lorenzo quando commento qualcosa è perchè sono stato rapito empaticamente, non commento tanto per, stai tranquillo se ci sarà l’occasione non mancheranno le critiche
          ;). Anche io sono abbastanza nuovo di wordpress, una piattaforma che in qualche modo ci fa interagire e condividere, che poi è la vera essenza dello scrivere. Ciao

          Liked by 1 persona

  1. Una vita tesa ad aspettare la vita. Nel frattempo Walter rimane triste e spento come il suo cane.
    Certe porte occorre sfondarle, con coraggio.

    Complimenti per i versi, tristi, malinconici, pervasi, però, di rispetto verso chi non sa volare. Volare significa anche cadere cento e cento volte e altre cento rialzarsi, con tutte le ammaccature e i graffi del mondo.
    Marirò

    Mi piace

      1. Lo penso pure io, ma penso anche che nelle persone “di strada” c’è anche una componente di volontà, di ideologia, di depressione o non so che, capace di portare a scelte di vita così forti e destabilizzanti.

        Liked by 1 persona

        1. credo che non sia una vera scelta il vivere ai margini, sebbene questa giostra chiamata vita provi nei suoi giri il senso del volo, chi non ha comprato il gettone (perchè senza soldi-metafora per indicare le possibilità, in senso lato) rimane a terra a guardare. E non ci sono traiettorie da infilare se i passi non possiedono che polvere. Grazie Marirò, ciao

          Mi piace

  2. attimi di vita quotidiana, una povertà fatta di umiltà e silenzi, parole all’uscio di un pensiero che attende di diventare verità alle porte di un sogno.
    Come sempre la tua poesia stringe pagine di umanità al calice del nostro tempo.

    Bravissimo!

    Mi piace

        1. in questo caso credo non sia stata una sua scelta ma quella di qualcun altro : Dio, società, problemi psichici? chi lo sa, sta di fatto che il suo mondo è troppo angusto anche solo per girarsi indietro. Ciao

          Liked by 1 persona

  3. Walter… giuro che l’ho visto ancora in questi giorni… sotto questo caldo ad accarezzare il suo cane, ogni tanto gli bagna la testa con l’acqua presa dal rubinetto della fontana all’angolo della strada…
    Non fa rumore Walter e non chiede ma a chi gli dà qualcosa, lui sfodera sempre il migliore dei sorrisi…
    (abbraccio grande…)
    Brigida

    Mi piace

  4. Molto bello questo ritratto di un uomo che vive la strada e il bar con la discrezione di chi sa di essere invisibile ai più, un pensiero distratto, un sorriso per una sigaretta.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...