scelsi di rimanere con la pioggia

ai contrasti del gelso
s’imbrattavano maglie e pantaloni
con qualche parola a destinare
il rosso del pomeriggio

dal basso i tetti sembravano salti
-avrebbero difeso anche il vento
per non bagnarsi d’asfalto-

tanto a farli morire da mattoni
ci sarebbe stato Gregorio :
pennarelli di circa trent’anni
e malessere d’artista

poi vennero le strade
e furono un guado alla finestra
con le cartoline di un verde mattina
a immaginarsi anni

ma scelsi di rimanere con la pioggia
pur di sentirmi a sud delle gocce

/ad ammettere distanze
l’apertura dei rami, con un po’ di occhi
ai margini di settembre

Annunci

9 pensieri su “scelsi di rimanere con la pioggia

  1. La mente va al grande gelso di un tempo, vicino casa, alle scorpacciate e al divertimento della raccolta, ma anche ai grandi rami di deliziosa ombra. Questo gelso ora ha dato il posto a un parcheggio dove la pioggia forma pozzanghere di fango.
    Buona giornata, ciao
    Mariro’

    Mi piace

    1. anche vicino casa mia non c’è più il gelso : insieme ai suoi rami si sono persi anche quei giorni di sole, rimane il ricordo e la consapevolezza di averli vissuti. Ciao 🙂

      Mi piace

  2. quella pioggia tanto attesa nei momenti di gran caldo come quelli che stiamo vivendo. Versi riflessivi, con quello stile poetico che accompagna ogni tuo testo, rendendolo ancor più bello alla lettura.

    Bravissimo!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...