e io che non so di cammino
m’invento a est
indovinando il giorno

(e nel vedere mi scopro
ovvio e controvento, alla rinfusa a volte)

il bar è sempre lì, a sud del caffè
altri tempi e luminarie fedeli
ignorano il colore della pioggia

anche Nicola prova qualche
appunto : due bicchieri e un forse,
un vestito di fumo tra le mani

alberi e vicoli aggiustano indirizzi,
stringono voci di campanile
indifferenti ai numeri

di spalle i balconi
digradano verso sera,
un vecchio sorride dei suoi anni

/all’ombra di qualche passo
il tempo sogna panchine
insieme a ragazze brune

Annunci