in un grido di scogli è scesa la notte
con rumori in allineamento
e corpi di qualche voce

tra catene e volti in cancrena
fin dove le ombre sono sale
e l’assenza un porto

quando in nudità di soglie
confini e silenzio
agiscono come teli

e dalla parte dei chiodi
il limite delle onde
si appende al mondo

-la notte è l’altra metà del vestito
come la vela all’ultimo gesto-

Annunci