quando ritornerò stanchezza di sole

fu la notte a distrarmi dal giorno
lieve e sincera destituì ogni forma,
ogni altra solitudine

scese indenne e come un volo
raccolse i sogni del silenzio
evitando al tempo altre apparizioni

fu momento, soglia d’eccezione
e sottile imprudenza
pioggia nell’affidarmi agli alberi

preferì la quiete alle possibilità del vento
venne con le ore inconsuete
intonando la voce alle stelle

così cercai il volo dei lampioni
per spegnermi d’immenso
poi con le ombre degli occhi
assottigliai il mondo in un piccolo gesto

/l’eternità mi affiderà al mare
quando ritornerò stanchezza di sole

Annunci

11 pensieri su “quando ritornerò stanchezza di sole

  1. quando la notte ci accoglie materna nel suo grembo, tutto ci appare tranquillo come un grande sogno .
    Poesia dal ritmo lento, senza l’ansia di trasmettere più di quello che la sua forza trasmette.

    Mi piace

  2. l’impronta di un poeta si vede anche attraverso le riflessioni sociali che sa trasmettere assorbendo il tempo che lo caratterizza. E tu sei un vero maestro in questo (;-)
    Molto bravo!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...