ho tracciato il mio tempo
con scene in bianco e nero,
diverse mancanze di quadri
sono lì a ricordare
che i colori sono solo un’idea di carta

un volto allo specchio
che mi parla di foto
e rumore di voce
per non essere lacrima,
ma l’umidità di quel viaggio
è ancora il giorno dopo le persiane

solo un numero consumato di sguardi
tenta spesso un passo indietro,
di solito qualche telefonata

/sulla porta i commenti del postino
sembravano dimenticanza,
eppure di quel momento
nessun gioco valeva una vita

Annunci