non esiste scelta che possa rendere paradiso

stringi piano la maglietta
con l’odore di pelle e conta i tuoi pochi anni
perchè il bianco di festa si arresti,
fermando il gioco dei sorrisi
a misura di morti tra i confetti

solo la confusione ti appartiene
come specchio di altri nella polvere a fuoco

che ne sai della fine,
a quell’età non esistono proiettili
nessun gesto è a destinazione d’arrivo
ma solo un chiodo in processione

e nessun grigio assumerà sfumature di bianco,
gli anni saranno come il vento delle bombe
appoggiati addosso ai corpi
sui giovani tavoli di una promessa

non esiste scelta
che possa rendere paradiso
quando le lacrime sono di nero sapore

-per ricordare l’attentato in Turchia

Annunci

14 pensieri su “non esiste scelta che possa rendere paradiso

    1. la poesia può in qualche modo “sanare” tutte queste ferite o è anch’essa una sorta d’indifferenza considerato che noi ce ne stiamo comodi comodi sulle nostre poltrone a scrivere versi?

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...