in disparte e a stretto giro d’isolato

Sono l’ombra di una seduta
a raccogliere peso,
la solitudine delle panchine
in attesa alle foglie, l’inutile forza della meta
che danza a mezz’aria.

E scelgo silenzio alle dimensioni del grido
come la finestra sceglie l’eleganza del vetro.
Mi agevola il buio e la sua urgenza,
in quella versione di luce
che racconta di lampioni.

A volte mi scopro a continuare vita
in un breve percorso d’ali
che è assenza.

Tenero riposo di pioggia,
in disparte e a stretto giro d’isolato.

Annunci

14 pensieri su “in disparte e a stretto giro d’isolato

    1. la malinconia sa essere una grande ispiratrice, una sorta di pagina già scritta alla pari della gioia. Personalmente mi piace molto quel silenzio malinconico che mi permette di volare, raggiungere luoghi della mente che altrimenti non saprei “vedere”.
      Grazie 🙂

      Liked by 2 people

      1. oh questo commento è un altro post! anche a me a volte piace restare nella malinconia che mi creo, che come abbiamo gia detto non per forza è brutta, ma è uno stato un po sospeso, che si, permette di fare dei giri e dei viaggi con la fantasia…
        bellissimo!
        grazie a te!

        Liked by 1 persona

  1. Struggente e malinconica quanto basta per arrivare diretta al cuore. Versi che delicatamente avvolgono chi legge tanto da ”rileggerli” più volte. Raffinato come sempre. Un grande il mio Sarino. Un abbraccio. Isabella

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...