Mi rimane il vivere del tuo passo

Ho amato ogni piccola voglia del tuo sorriso,
ogni semplice maniera,
anche la misura dell’umido
per quegli occhi in distratta attenzione.

E avrei voluto legare quel suono d’arrivo
con l’inchiostro felice per scriverci un libro,
asciugare il rumore dell’acqua
per toccare il tuo volto.

Ma ho incontrato l’età delle parole
addosso alle tue labbra mute.
E il silenzio continuo dell’entrata
fermarsi di gambe come in concessione d’inverno.

Mi rimane il vivere del tuo passo,
uomo a dire tanto, bambino oltre ogni tempo,
figlio dei pomeriggi in cerca d’ombra.

Sapendo di non vivere come avrei voluto,
stretto e mite tra i tuoi modi
e in quelle passeggiate a cadenza di peso.

Mentre ancora oggi mimo quel gesto di porta
che mi veste al respiro.
E solo per ritrovare il perimetro
che mi fu padre.

Annunci

17 pensieri su “Mi rimane il vivere del tuo passo

  1. Ne hai fatto un ritratto profondo e mi ritrovo nelle tue parole: non credevo che papà mi sarebbe mancato tanto! Me ne accorgo ora che trovo nel ricordo anche quello che non avevo mai capito… bravo Sarino!

    Mi piace

  2. L’amore verso il padre è una scoperta continua dell’essere, una meta che si insegue per una vita e che tu hai concretizzato con i tuoi versi.
    Ogni rapporto tra padre e figlio è misterioso e unico.
    Tutto può essere annulato tranne
    ” ogni piccola voglia del tuo sorriso,
    ogni semplice maniera,
    anche la misura dell’umido
    per quegli occhi in distratta attenzione.”
    Perchè in queste tue parole c’è il sentimento dell’appartenenza, di un legsame che va oltre il tempo.
    Ci sono i giorni, le primavere, le illusioni, le stagioni perdute che attraverso l’ispirazine di una poesia,, porti dentro per sempre.

    Salutone.

    Liked by 2 people

    1. l’amore verso i genitori è qualcosa che non ha tempo né impedimenti. Fluisce tra le mani e il cuore in un abbraccio continuo. E quando il distacco arriverà, sarà consapevolezza e certezza di essere stati appartenenza (come giustamente sottolinei). Come nessun’altra cosa al mondo. Mio padre era alquanto schivo, riflessivo (forse troppo) ma assolutamente una persona da amare, per quella sua dolcezza intrinseca, per quel suo modo di vivere così semplice : un uomo dal sapore antico!
      grazie

      Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...