mi affido al tempo come il mare lento

In questo luogo di passo
strana è ogni latitudine di marciapiede.
Un flashback d’asfalto
che ad ogni sosta mi fugge.

E penso a quel volto sottile
sulle persiane timide.
Alla pioggia innocente dei capelli.
A come sarebbe lieve chiedere al vento
di farmi volare.

Per gustare quell’attimo di labbra
tra lampioni e rivelazioni d’estate.
Con la nebbia dei corpi
in ogni centimetro di pelle.

Ma in queste sere senza respiro
nessun canto di voce sento
e nessun gesto d’ombra
sa farti annuncio.

Così mi affido al tempo come il mare lento
con la distanza negli occhi
e in attesa del silenzio.

Annunci

20 pensieri su “mi affido al tempo come il mare lento

    1. hai colto in pieno! Da buon calabrese avrò ereditato qualche gene arabo :), per quanto riguarda la realtà è già, di per se, una sorta di malinconica nostalgia! Ben arrivata e grazie

      Mi piace

  1. “…la memoria è fragile e il corso di una vita è molto breve e tutto avviene così in fretta, che non riusciamo a vedere il rapporto tra gli eventi, non possiamo misurare le conseguenze delle nostre azioni, crediamo nella finzione del tempo, nel presente, nel passato, nel futuro, ma può anche darsi che tutto succeda simultaneamente…”
    (I. Allende )

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...