un’ombra di salsedine nelle tasche

Ho due monete di mare tra le mani, un’ombra di salsedine nelle tasche. Lungo la costa uno spigolo di mondo avanza indifferente ai miei pontili, al cielo disordinato. -la mia è una maschera di fumo (l’altra mano delle stelle) ma prima che diventi nera vorrei saper volare- Non scorgo vento addosso alle onde ma solo … Continua a leggere un’ombra di salsedine nelle tasche

Annunci

come fosse universo

Fu ad est che le mani trovarono in simpatia il vento. E nel fiore di un semplice impatto d’aria furono il fragore della finestra, l’albero in piena radice. Ma solitudine dentro un passo non scelse magia e fu inutile voce la sosta. Quando venne al pomeriggio col senso dimenticato del tempo. In quella breve ricerca … Continua a leggere come fosse universo

una sola manciata di pioggia mite

Prendimi come gli alberi il viaggio dei chilometri e con tutta la velocità dell’assenza stringimi ai banchi della sera, tienimi con l’incanto delle mani quando misurano l’ampiezza dei lampioni. Rendimi le ombre dei passi tanto da mostrarmi inchiostro alla carta, proprio ora che il cammino ha ancora un filo di strada da proteggere. E stammi … Continua a leggere una sola manciata di pioggia mite

oltre l’incedere della libellula

Erano logiche connessioni i debutti e le teorie sul mestiere dei vicoli, quando un gelato era di corsa bastava il cielo per essere misura a breve impatto d’ombra. Quando mostrarsi onda indicava soltanto un gioco di mare l’urgenza era viaggio, amore da stravolgere e farne destino. Vorrei ancora l’emozione di un giovane giardino, l’intuizione del … Continua a leggere oltre l’incedere della libellula

mentre un sorriso si accende

Stringimi la mano stanotte senza che io ne sappia ragione. Tienila con te per mille e mille sogni senza nessuna paura, come se la finestra fosse un brivido distratto dal vento. E dammi gli occhi spiegati al nuovo, come riferimenti intatti, sguardi o nuvole sopra il mio bacio silenzioso. Battito a ogni mia piccola agitazione … Continua a leggere mentre un sorriso si accende

La birra

Considerato che ormai siamo in piena estate cosa meglio di una bella birra ghiacciata! Beh, allora sorbitevi 😉 questa "bevuta" La parola birra deriva dal latino bibere (bere), e la radice della parola spagnola cerveza deriva da Ceres, la dea greca dell’agricoltura. ORIGINI Le origini della birra sono antiche e risalgono a circa 13.000 anni … Continua a leggere La birra

sono fermi i porti d’avventura

E sono qui a chiedere eternità. Intorno al cielo trascurato da mille bagliori, senza un solo atto di preghiera. A correggere altezze la strada come brezza che risolve ogni lungomare. Come un andare lento, un tema a candela che spunta dai vicoli. Tra bottiglie perdute e vecchie pagine parlo al silenzio. Un pontile di pietra … Continua a leggere sono fermi i porti d’avventura

Alberto Sordi

È stato l'attore più grande ma è soprattutto stato uno straordinario autore, l'artefice del suo personaggio con cui ha attraversato più di 50 anni di storia italiana. Da regista dico che era straordinariamente facile lavorare con Sordi proprio perché era un grandissimo; bastavano poche occhiate e ci si capiva sul tono da dare alla sua … Continua a leggere Alberto Sordi

Mi dicono della sabbia

Mi dicono della sabbia e dell’orma che svanisce, di quella quiete che vive in disparte, tra gli alberi, come luce che cammina senza luna. E di quella ginestra appoggiata all’erba, appena al fianco della strada, seduta con tutta la malinconia del giorno, di quando il sogno era il sole. Anche adesso che si alza al … Continua a leggere Mi dicono della sabbia

ma fosse anche un graffio il cammino

Non mi resta che l’età insistente quanto la pioggia, alcune parole in versi e quattro mani di bottiglia. -è come una crepa localizzata in qualche sorso di fumo- Anche il senso della notte (che riassume questo corpo) non fa che ostinarsi di fronte alla lenta predica del giorno. -sul tavolo del mondo la luce ha … Continua a leggere ma fosse anche un graffio il cammino