piove, le strade lucidate di gente
affrontano il disagio delle ruote
come il viale quando si trattiene

qualcuno chiede al nome un po’ di gambe,
altri distratti dagli ombrelli
si passano accanto lentamente

mentre i passi parlano di strisce
con la stessa voce di quando era ieri,
piano piano senza dire niente

spesso a scegliere acqua si attraversa di lato,
simili al portone dal numero impresso
si prosegue con un po’ di giacenza

messi in fila e con un po’ di allenamento,
tanto domani il cielo sarà di nuovo terra
e distanza quel vicolo dentro

ci sono giorni che il tempo evita
come fosse pazienza ogni assenza

Annunci