mentre la pioggia stana anche gli ultimi
le auto sanno di mestiere
e i parcheggi di copertone

solo un cane chiede un passaggio al vento,
sui muri il cielo triste di un film
e la gente affollata di marciapiedi

stasera la strada è senza peso,
una lenta impressione di lampioni
che risolve la sera con due mattoni

i passi si contano densi
con la sigaretta che reclama perdono,
gli alberi spiegati
e un sogno inchiodato sui rami

più in là le bancarelle vendono souvenir
e un po’ di solitudine, azzardano un sorriso
come il mare appena dopo la marea

di fronte un numero racimola tutto il tempo del viale
e un altro giorno un tetto con le ali

/gli occhi sono una lenta variazione di nuvole

Annunci