prima che il buio fosse luna

dei tuoi occhi solo un gesto di sale seppe vivere, tra binari e alcune cose insieme prima che il buio fosse luna con alternanze e lanterne scrivendo di noi e per un momento strinse le mani colme di ieri, in preghiera al senso del viale poi nel modo in cui il respiro trema afferrò traiettorie … Continua a leggere prima che il buio fosse luna

Annunci

rimasero i colori con un gesto di finestra

c’è stato un Dio che offrì al cielo la tentazione della sera iniziò con aperture e dettagli argilla e parole poi scelse le mani per distribuire volti e strade ma latitante fu il mondo e apparente il suo sentiero allora discese in luoghi e tempi come tra piccole dimore e quando di fronte all’altezza sentì … Continua a leggere rimasero i colori con un gesto di finestra

a te che hai lasciato un segno di carta

a te che hai lasciato un segno di carta e qualche rossetto in bella vista vorrei offrire un altro biglietto per il mondo, magari solo l’effetto del vento o forse un abbraccio verde di giardino che si muove distratto di penombra in penombra parlando dei tuoi anni stretto a quegli occhi mi perdo in manciate … Continua a leggere a te che hai lasciato un segno di carta

fu sotto i ponti che conobbi la distanza

mi alzai di notte per vestire un sogno ma non trovai stelle, né firmamento : tra auto di cemento i cartelloni sbraitavano ricchezza e silenzio assordante più in là il buio, con le mani in tasca, anneriva i volti nel suo giro a vuoto incontrai la periferia nella bava dei cancelli provare passi per un … Continua a leggere fu sotto i ponti che conobbi la distanza