il tempo sogna panchine

e io che non so di cammino m’invento a est indovinando il giorno (e nel vedere mi scopro ovvio e controvento, alla rinfusa a volte) il bar è sempre lì, a sud del caffè altri tempi e luminarie fedeli ignorano il colore della pioggia anche Nicola prova qualche appunto : due bicchieri e un forse, … Continua a leggere il tempo sogna panchine

Annunci

Sui teschi lacrime dal paradiso

Ho sentito il rumore dei machete contare fino a cento, parole di carne dividersi i numeri in cambio di un pezzo d’Africa ho visto il passaporto della razza pulire la storia con un sole di marmo, bandiere e soldati rivestire corpi domati ho sentito lamenti sgozzare la voce come prede di corsa e senza gambe … Continua a leggere Sui teschi lacrime dal paradiso

col senso della pioggia in umido al tempo

con le gocce che sembrano umane anche il verso delle auto risente del bagnato sui vecchi invece si trascina come gli occhi -turgidi di giovinezza- o in qualche parola stantia da infilare lungo il cammino intorno il gioco dei minuti ha la sua fermata tra ombrelli di corsa e un numero barrato così il rincorrersi … Continua a leggere col senso della pioggia in umido al tempo

perché farai di me poesia

siedi ancora tra i miei anni accogliendo il mio canto concedimi il colore dei figli alla maniera dei momenti stringimi nei tuoi attimi col volto dei passi fammi passatempo e sole fronda e pomeriggio con sentimenti estivi parlami di te e degli occhi abituati al mattino sospesa come l’alba a mimare al mare le onde … Continua a leggere perché farai di me poesia