venne il buio dei cappotti

le vie erano mancate a furia di battere pioggia anche le scelte non vennero di mattina venne il buio dei cappotti e non ci fu voce per limitare le prigioni chiedemmo perdono come alberi in panchina, un gesto di mani per sorridere poi la strada tenne i solchi dentro gli occhi e per un po’ … Continua a leggere venne il buio dei cappotti

Annunci

un uppercut di lampioni

ci sono panchine dal nome indiscusso che frequentano la piazza con quell’abbigliamento sparso che le rende usate dimostrano quanto siano piccole le odissee dei passi e i gesti delle chiacchiere quando preferiscono le sfilate -basta un giro di gente per legare voci senz’aria, come le abitudini in culo a ogni direzione- di solito è il … Continua a leggere un uppercut di lampioni

un orizzonte di seta rossa

Stella ha i polsi di bottiglia i capelli al sole e vene da riempire del tempo ha perso ogni traccia, ogni lampada destinata al cammino accetta da sempre tragitti non suoi e considera la vita un sintomo, una manovra da marciapiede il suo è un mondo d’accendino una mossa che assolve la forma in periferie … Continua a leggere un orizzonte di seta rossa