piano piano senza dire niente

piove, le strade lucidate di gente affrontano il disagio delle ruote come il viale quando si trattiene qualcuno chiede al nome un po’ di gambe, altri distratti dagli ombrelli si passano accanto lentamente mentre i passi parlano di strisce con la stessa voce di quando era ieri, piano piano senza dire niente spesso a scegliere … Continua a leggere piano piano senza dire niente

Annunci

il deserto elettrico degli uomini blu

I Tuareg, soprannominati anche “Uomini Blu” per l’usanza di coprirsi il capo con un velo che spesso lascia tracce di questo colore sulla loro pelle, sono un popolo berbero originariamente nomade, stanziato lungo il deserto del Sahara. Sono il tipico esempio di una nazione senza stato, una comunità che condivide lingua, cultura, tradizioni, usi e … Continua a leggere il deserto elettrico degli uomini blu

acqua all’ultimo bagliore

piccolo, di quando i pantaloncini in fiore camminavano con scarpe leggere e un calcio al pallone rendeva angoli le gambe ingenue come un giorno in piazza, lungo panchine distratte dove giovani donne dal viso colorato, (tra i capelli nessuno sguardo) indossavamo i volti della domenica poi, un’occhiata da scuotere come sponde d’orizzonte sotto costa prima … Continua a leggere acqua all’ultimo bagliore

per scrivere numeri e condizione

venni come gli occhi quando si muovono incauti, attraverso nome e cognome per scrivere numeri e condizione con la matrice di un braccialetto ordinato in originale identico a mille rose subentrate e per un fuori tutto da ospedale venni un lunedì di quelli a caso, il tempo di considerare il vetro un cielo respirato e … Continua a leggere per scrivere numeri e condizione

pittori “maledetti” – Amedeo Modigliani

«Quello che cerco non è né la realtà né l'irrealtà, ma l'inconscio, il mistero dell'istinto nella razza umana.» (Amedeo Modigliani) Amedeo Clemente Modigliani, noto anche con i soprannomi di Modì e Dedo (Livorno, 12 luglio 1884 – Parigi, 24 gennaio 1920), è stato un pittore e scultore italiano, celebre per i suoi ritratti femminili caratterizzati … Continua a leggere pittori “maledetti” – Amedeo Modigliani

a trascurare passi e perdono

basterebbe un tramonto alla fine del mondo per sentire l’altra direzione del tempo, come l’aria a frammenti quando segna ogni particella di vento basterebbe la luna e forse quel lampione da dare alla gente per avanzare con tutta l’urgenza di non essere niente ma c’è il limite diffuso di questi versi a trascurare passi e … Continua a leggere a trascurare passi e perdono

attorno al cielo lontano un metro

sono le ore, assidue e latenti sedute ai piedi col tempo delle nuvole, quelle scure che camuffano le luci alla fermata della quattro di sera quando è sempre attesa e l’acqua madida di gente corre sulle facce ferme, ore in dipendenza, spesso mancate come tempo e passato attorno al cielo lontano un metro come l’aria … Continua a leggere attorno al cielo lontano un metro

basta avere un po’ di vuoto dentro

fuori il viaggio è ostinato, deserto di nuvole cadenti la città dai piedi negati, appena prima del buio l’acqua chiede un passaggio arriva veloce come fosse vento ad ogni attimo atteso inerme una coppia scende lenta, il passo di punto e a capo intorno ai lampioni in cui si scende, lontano si avvicina il mestiere … Continua a leggere basta avere un po’ di vuoto dentro

sulla strada lontana

le attese sono creazioni di un dopo mai arrivato prima, niente è passato, né passioni a raccolta, nemmeno il tempo della luce lento s’abbassa un volto sulla strada lontana, una misera certezza d’orologio lascia un cappotto sbiadito, di un’ora è sconfitta ogni lancetta mossa gli alberi piegati vanno a tramontana a misura di viaggio con … Continua a leggere sulla strada lontana