Cronache di paese

Come ogni piccolo paese anche il mio ha avuto i suoi “personaggi” da ricordare, individui caratteristici che in qualche modo hanno lasciato un segno, figure a cui il tempo ha regalato il ricordo e forse un posto nell’albo iconografico del luogo. Sicuramente sono state emblematiche visto che ancora oggi qualcuno rammenta le loro “prodezze”. Credo … Continua a leggere Cronache di paese

Annunci

tutt’intorno vuoto e ampiezza

la strada assume direzioni con poche diottrie nei sospetti di letture ha la sosta, i gesti delle persone il viavai delle solitudini solo qualche sedia circoscrive il rumore delle macchine oltre il pomeriggio e l’abitudine Maria addobba cartoline con limitazioni di muri molte le pagine del tempo tra sigarette e caramelle : il bancone di … Continua a leggere tutt’intorno vuoto e ampiezza

scelsi di rimanere con la pioggia

ai contrasti del gelso s’imbrattavano maglie e pantaloni con qualche parola a destinare il rosso del pomeriggio dal basso i tetti sembravano salti -avrebbero difeso anche il vento per non bagnarsi d’asfalto- tanto a farli morire da mattoni ci sarebbe stato Gregorio : pennarelli di circa trent’anni e malessere d’artista poi vennero le strade e … Continua a leggere scelsi di rimanere con la pioggia

Vorrei regalarti il sorriso (a mia madre)

Raccontami dei tuoi anni dei giorni trascorsi ad aspettare dimmi delle sere vicino al focolare a contare le fiamme per farne uncinetto leggimi ancora le cartoline lontane del freddo della stazione, delle valigie di cartone, quando il paese era amore e i gradini della chiesa un sogno da realizzare, quando non c’erano foto a ricordare … Continua a leggere Vorrei regalarti il sorriso (a mia madre)