assenze e altre dimensioni

tabacchini e roulotte campano di vetrine
come gli occhi di Maria che non cede,
gli autobus invece vivono scorie di notte
mentre ai marciapiedi nulla è ancora svelato

le corse in groppa ai corpi non mentono
hanno solo la velocità del passato
in distinzioni di luce che prevedono un fuoco
troppo breve per illuminare persiane

così il giradischi s’intrattiene su alcuni passi
come un graffio in bianco e nero,
anni in cui una ventata di capelli
sapeva ancora vestire un volto

la città è il buco della notte, un’andatura rapida
di assenze e altre dimensioni,
una strada sottratta agli alberi, strisce sulle nostre ruote,
gradini per non sentire

Annunci

11 pensieri su “assenze e altre dimensioni

    1. già proprio così, ma il buio a volte è solo nei nostri occhi. Dovremmo ricominciare ad aprirli quegli occhi per innamorarci ancora di quella bellissima luce chiamata vita!
      Ciao

      Liked by 1 persona

    1. è la forza del viaggio quella che ci esalta, anche prima che sia veramente viaggio. Solo l’idea è già dimensione e volo. Grazie Massimo

      Mi piace

  1. bravo, Sarino, talvolta bastano alcune note per riportarci indietro e poi tornare e chiederci che cosa è stato, il perché delle trasformazioni, delle perdite, e dove stiamo andando. è sempre un piacere leggerti

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...