un’ombra di salsedine nelle tasche

Ho due monete di mare tra le mani,
un’ombra di salsedine nelle tasche.
Lungo la costa uno spigolo di mondo avanza
indifferente ai miei pontili,
al cielo disordinato.

-la mia è una maschera di fumo
(l’altra mano delle stelle)
ma prima che diventi nera vorrei saper volare-

Non scorgo vento addosso alle onde
ma solo movimento incostante
e schizzi di me che mimano alberi:
a qualche passo la sera accosta le sue luci.

Lontano i tetti sopramonte spengono i camini
in fiamme di gelso.
Più in là la cera sputa il suo miele
e fugge via con la parola.

Intorno nuvole di gabbiani declinano il tempo
così la collina muove istanti d’ulivo.
Tra diramazioni e il respiro
del mio compagno marciapiedi.

Intanto il sogno s’incunea all’orizzonte
e un ultimo bagliore cade d’infinito.

Annunci

11 pensieri su “un’ombra di salsedine nelle tasche

  1. come osserva Max, il tuo linguaggio è molto “visivo”,e questa è una qualità che apprezzo molto quando si accompagna all’audacia delle metafore come nel tuo caso.
    un caro saluto
    marina

    Mi piace

  2. Tu sei come l’acqua…
    l’acqua dentro il mare,
    ma evapori nel cielo
    e non ti puoi fermare.

    Non temere di sbagliare…
    il tuo verso già sorride
    ed un bene assai prezioso
    che mi guida verso sera.

    Non smetter di sognare
    perchè i tuoi sogni
    sono ali per volare
    e farsi ricordare.

    Ciao Poeta, iago.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...